GDPR E LA NORMATIVA DI RIFERIMENTO

Come già annunciato a inizio anno, il Garante Privacy ha pubblicato le nuove Linee Guida sui Cookie e a cui i siti web dovranno adeguarsi entro il 10 Gennaio 2022.

In un mondo in cui i prodotti e i servizi digitali sono sempre più indispensabili, la protezione dei dati è diventata una priorità assoluta. Come risultato, molti Paesi hanno introdotto normative privacy solide e vincolanti alle quali ogni attività è tenuta ad adeguarsi.

Il mancato rispetto di queste norme può comportare non solo gravi conseguenze di natura economica, ma anche danni significativi e di lungo termine alla reputazione e alla fiducia nei confronti dell’organizzazione. È pertanto essenziale assicurarsi che la propria attività rispetti gli obblighi di legge.

Quali sono i requisiti principali per i proprietari di siti web e app?

  1. Privacy e Cookie Policy
  2. Cookie Law
  3. Termini e Condizioni
  4. Registro dei consensi
  5. Obblighi di informativa ai sensi del CCPA (se hai un’attività commerciale e ti rivolgi a utenti californiani)

Quali sono le novità:

Le nuove norme si applicano ai cookie e agli altri strumenti di tracciamento.

I Cookie possono essere di:

  • Prima parte: impostati sul sito web che l’utente sta visitando
  • Terza parte: impostati da un sito web esterno, per esempio Google o Facebook.

Quello che fa la differenza in termini di adempimenti da rispettare è la loro funzione e le informazioni che acquisiscono.

I cookie possono essere quindi divisi in:

  • Tecnici: dati non personali, come le impostazioni sulla lingua o sul tipo di dispositivo utilizzato
  • Analitici: sono quelli usati per l’analisi del traffico sul sito web e possono essere paragonati ai cookie tecnici (quindi senza consenso) solo se: Vengono utilizzati a fini statistici, viene mascherata la quarta componente dell’indirizzo IP e a patto che, le terze parti non combinino i dati o li trasmettano a terzi.
  • Di Profilazione: utilizzati per attribuire azioni o schemi comportamentali di soggetti, per raggrupparli in gruppi omogenei e/o offrire loro prodotti personalizzati.

Cosa fare quindi? Dipende da caso a caso, o meglio da sito a sito.

Chiarito che per fare profilazione è necessario il consenso, vediamo quali caratteristiche deve avere:

  • liberamente prestato
  • Specifico: nel form deve essere individuata la finalità di trattamento
  • espresso in maniera inequivocabile: all’utente deve essere chiesta l’azione positiva, per esempio il form non deve essere pre-fleggato.

Non possono essere considerati legittimi i cookie wall e lo scrolling come consenso.

La nostra azienda in virtù di queste nuove normative ha creato dei pacchetti che ti permettono di mettere a norma il tuo sito web.

Vuoi maggiori informazioni?

Contattaci via mail a info@comunicativi.it

Contattaci per maggiori informazioni

    Leggi la privacy policy

    Privacy Policy

    Consenso Email marketing

    Consenso contatto telefonico